soldi

“I soldi, nella loro essenza, sono la misura delle scelte di un uomo.”

Marty Byrde – Ozark (serie Netflix).

Personalmente reputo che la crescita finanziaria sia una delle “gambe” fondamentali della nostra crescita personale. Ecco perché oltre ad articoli su come aumentare l’autostima, smettere di procrastinare e come migliorare il metodo di studio, ne troverai alcuni sui soldi.

Non a caso, uno degli articoli più letti di EfficaceMente parla proprio di questo argomento. Mi riferisco a questo: “Come fare soldi senza lavorare“.

Capita molto spesso che le persone cerchino metodi di organizzazione del budget, applicazioni per gestire le spese, fogli di calcolo, dimenticandosi però che il punto di partenza è capire quali sono i principi fondamentali che dovrebbero governare le nostre scelte in tema soldi.

Le scelte che fanno davvero la differenza per la crescita finanziaria richiedono un cambio di mentalità profondo e la costanza di portarle avanti, giorno dopo giorno.

Migliorare la propria situazione finanziaria significa migliorare il proprio approccio ai soldi. Quindi quello che troverai in questi articoli non sono trucchetti per diventare milionario in una settimana, ma troverai diversi spunti per aiutarti a capire i meccanismi che ti permettono di fare soldi.

Articoli sulla libertà finanziaria, sulla gestione delle spese, sulla ricchezza, su come guadagnare online. Insomma, tutto quello che c’è da sapere sul come fare soldi e gestirli in maniera efficace.

Articoli di categoria
Più Letti
Ultimi
WP_Query Object
(
    [query] => Array
        (
            [category_name] => soldi
            [ignore_sticky_posts] => 1
            [meta_query] => Array
                (
                    [0] => Array
                        (
                            [key] => _em_piu_letti
                            [compare] => =
                            [value] => 1
                        )

                )

            [orderby] => meta_value_num
            [order] => asc
            [meta_key] => _em_posizione_categoria
        )

    [query_vars] => Array
        (
            [category_name] => soldi
            [ignore_sticky_posts] => 1
            [meta_query] => Array
                (
                    [0] => Array
                        (
                            [key] => _em_piu_letti
                            [compare] => =
                            [value] => 1
                        )

                )

            [orderby] => meta_value_num
            [order] => ASC
            [meta_key] => _em_posizione_categoria
            [error] => 
            [m] => 
            [p] => 0
            [post_parent] => 
            [subpost] => 
            [subpost_id] => 
            [attachment] => 
            [attachment_id] => 0
            [name] => 
            [pagename] => 
            [page_id] => 0
            [second] => 
            [minute] => 
            [hour] => 
            [day] => 0
            [monthnum] => 0
            [year] => 0
            [w] => 0
            [tag] => 
            [cat] => 7
            [tag_id] => 
            [author] => 
            [author_name] => 
            [feed] => 
            [tb] => 
            [paged] => 0
            [meta_value] => 
            [preview] => 
            [s] => 
            [sentence] => 
            [title] => 
            [fields] => 
            [menu_order] => 
            [embed] => 
            [category__in] => Array
                (
                )

            [category__not_in] => Array
                (
                )

            [category__and] => Array
                (
                )

            [post__in] => Array
                (
                )

            [post__not_in] => Array
                (
                )

            [post_name__in] => Array
                (
                )

            [tag__in] => Array
                (
                )

            [tag__not_in] => Array
                (
                )

            [tag__and] => Array
                (
                )

            [tag_slug__in] => Array
                (
                )

            [tag_slug__and] => Array
                (
                )

            [post_parent__in] => Array
                (
                )

            [post_parent__not_in] => Array
                (
                )

            [author__in] => Array
                (
                )

            [author__not_in] => Array
                (
                )

            [suppress_filters] => 
            [cache_results] => 1
            [update_post_term_cache] => 1
            [lazy_load_term_meta] => 1
            [update_post_meta_cache] => 1
            [post_type] => 
            [posts_per_page] => 5
            [nopaging] => 
            [comments_per_page] => 10
            [no_found_rows] => 
        )

    [tax_query] => WP_Tax_Query Object
        (
            [queries] => Array
                (
                    [0] => Array
                        (
                            [taxonomy] => category
                            [terms] => Array
                                (
                                    [0] => soldi
                                )

                            [field] => slug
                            [operator] => IN
                            [include_children] => 1
                        )

                )

            [relation] => AND
            [table_aliases:protected] => Array
                (
                    [0] => wp_term_relationships
                )

            [queried_terms] => Array
                (
                    [category] => Array
                        (
                            [terms] => Array
                                (
                                    [0] => soldi
                                )

                            [field] => slug
                        )

                )

            [primary_table] => wp_posts
            [primary_id_column] => ID
        )

    [meta_query] => WP_Meta_Query Object
        (
            [queries] => Array
                (
                    [0] => Array
                        (
                            [key] => _em_posizione_categoria
                        )

                    [1] => Array
                        (
                            [0] => Array
                                (
                                    [key] => _em_piu_letti
                                    [compare] => =
                                    [value] => 1
                                )

                            [relation] => OR
                        )

                    [relation] => AND
                )

            [relation] => AND
            [meta_table] => wp_postmeta
            [meta_id_column] => post_id
            [primary_table] => wp_posts
            [primary_id_column] => ID
            [table_aliases:protected] => Array
                (
                    [0] => wp_postmeta
                    [1] => mt1
                )

            [clauses:protected] => Array
                (
                    [wp_postmeta] => Array
                        (
                            [key] => _em_posizione_categoria
                            [compare] => =
                            [compare_key] => =
                            [alias] => wp_postmeta
                            [cast] => CHAR
                        )

                    [mt1] => Array
                        (
                            [key] => _em_piu_letti
                            [compare] => =
                            [value] => 1
                            [compare_key] => =
                            [alias] => mt1
                            [cast] => CHAR
                        )

                )

            [has_or_relation:protected] => 
        )

    [date_query] => 
    [request] => SELECT SQL_CALC_FOUND_ROWS  wp_posts.ID FROM wp_posts  LEFT JOIN wp_term_relationships ON (wp_posts.ID = wp_term_relationships.object_id) INNER JOIN wp_postmeta ON ( wp_posts.ID = wp_postmeta.post_id )  INNER JOIN wp_postmeta AS mt1 ON ( wp_posts.ID = mt1.post_id ) WHERE 1=1  AND ( 
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id IN (10)
) AND ( 
  wp_postmeta.meta_key = '_em_posizione_categoria' 
  AND 
  ( 
    ( mt1.meta_key = '_em_piu_letti' AND mt1.meta_value = '1' )
  )
) AND wp_posts.post_type = 'post' AND (wp_posts.post_status = 'publish') GROUP BY wp_posts.ID ORDER BY wp_postmeta.meta_value+0 ASC LIMIT 0, 5
    [posts] => Array
        (
        )

    [post_count] => 0
    [current_post] => -1
    [in_the_loop] => 
    [comment_count] => 0
    [current_comment] => -1
    [found_posts] => 0
    [max_num_pages] => 0
    [max_num_comment_pages] => 0
    [is_single] => 
    [is_preview] => 
    [is_page] => 
    [is_archive] => 1
    [is_date] => 
    [is_year] => 
    [is_month] => 
    [is_day] => 
    [is_time] => 
    [is_author] => 
    [is_category] => 1
    [is_tag] => 
    [is_tax] => 
    [is_search] => 
    [is_feed] => 
    [is_comment_feed] => 
    [is_trackback] => 
    [is_home] => 
    [is_privacy_policy] => 
    [is_404] => 
    [is_embed] => 
    [is_paged] => 
    [is_admin] => 
    [is_attachment] => 
    [is_singular] => 
    [is_robots] => 
    [is_favicon] => 
    [is_posts_page] => 
    [is_post_type_archive] => 
    [query_vars_hash:WP_Query:private] => f59a4619da5b346fa5a3fdcc64e7c4a4
    [query_vars_changed:WP_Query:private] => 
    [thumbnails_cached] => 
    [stopwords:WP_Query:private] => 
    [compat_fields:WP_Query:private] => Array
        (
            [0] => query_vars_hash
            [1] => query_vars_changed
        )

    [compat_methods:WP_Query:private] => Array
        (
            [0] => init_query_flags
            [1] => parse_tax_query
        )

)
WP_Query Object
(
    [query] => Array
        (
            [category_name] => soldi
            [ignore_sticky_posts] => 1
            [post__not_in] => Array
                (
                    [0] => 13352
                    [1] => 3348
                    [2] => 16712
                    [3] => 10042
                    [4] => 3378
                    [5] => 13000
                    [6] => 16389
                    [7] => 9944
                    [8] => 3593
                    [9] => 21034
                    [10] => 21236
                    [11] => 21388
                    [12] => 12162
                    [13] => 10440
                    [14] => 21222
                    [15] => 1830
                    [16] => 10104
                    [17] => 9092
                    [18] => 21315
                    [19] => 14716
                    [20] => 11229
                    [21] => 20229
                    [22] => 23483
                )

        )

    [query_vars] => Array
        (
            [category_name] => soldi
            [ignore_sticky_posts] => 1
            [post__not_in] => Array
                (
                    [0] => 13352
                    [1] => 3348
                    [2] => 16712
                    [3] => 10042
                    [4] => 3378
                    [5] => 13000
                    [6] => 16389
                    [7] => 9944
                    [8] => 3593
                    [9] => 21034
                    [10] => 21236
                    [11] => 21388
                    [12] => 12162
                    [13] => 10440
                    [14] => 21222
                    [15] => 1830
                    [16] => 10104
                    [17] => 9092
                    [18] => 21315
                    [19] => 14716
                    [20] => 11229
                    [21] => 20229
                    [22] => 23483
                )

            [error] => 
            [m] => 
            [p] => 0
            [post_parent] => 
            [subpost] => 
            [subpost_id] => 
            [attachment] => 
            [attachment_id] => 0
            [name] => 
            [pagename] => 
            [page_id] => 0
            [second] => 
            [minute] => 
            [hour] => 
            [day] => 0
            [monthnum] => 0
            [year] => 0
            [w] => 0
            [tag] => 
            [cat] => 7
            [tag_id] => 
            [author] => 
            [author_name] => 
            [feed] => 
            [tb] => 
            [paged] => 0
            [meta_key] => 
            [meta_value] => 
            [preview] => 
            [s] => 
            [sentence] => 
            [title] => 
            [fields] => 
            [menu_order] => 
            [embed] => 
            [category__in] => Array
                (
                )

            [category__not_in] => Array
                (
                )

            [category__and] => Array
                (
                )

            [post__in] => Array
                (
                )

            [post_name__in] => Array
                (
                )

            [tag__in] => Array
                (
                )

            [tag__not_in] => Array
                (
                )

            [tag__and] => Array
                (
                )

            [tag_slug__in] => Array
                (
                )

            [tag_slug__and] => Array
                (
                )

            [post_parent__in] => Array
                (
                )

            [post_parent__not_in] => Array
                (
                )

            [author__in] => Array
                (
                )

            [author__not_in] => Array
                (
                )

            [suppress_filters] => 
            [cache_results] => 1
            [update_post_term_cache] => 1
            [lazy_load_term_meta] => 1
            [update_post_meta_cache] => 1
            [post_type] => 
            [posts_per_page] => 5
            [nopaging] => 
            [comments_per_page] => 10
            [no_found_rows] => 
            [order] => DESC
        )

    [tax_query] => WP_Tax_Query Object
        (
            [queries] => Array
                (
                    [0] => Array
                        (
                            [taxonomy] => category
                            [terms] => Array
                                (
                                    [0] => soldi
                                )

                            [field] => slug
                            [operator] => IN
                            [include_children] => 1
                        )

                )

            [relation] => AND
            [table_aliases:protected] => Array
                (
                    [0] => wp_term_relationships
                )

            [queried_terms] => Array
                (
                    [category] => Array
                        (
                            [terms] => Array
                                (
                                    [0] => soldi
                                )

                            [field] => slug
                        )

                )

            [primary_table] => wp_posts
            [primary_id_column] => ID
        )

    [meta_query] => WP_Meta_Query Object
        (
            [queries] => Array
                (
                )

            [relation] => 
            [meta_table] => 
            [meta_id_column] => 
            [primary_table] => 
            [primary_id_column] => 
            [table_aliases:protected] => Array
                (
                )

            [clauses:protected] => Array
                (
                )

            [has_or_relation:protected] => 
        )

    [date_query] => 
    [request] => SELECT SQL_CALC_FOUND_ROWS  wp_posts.ID FROM wp_posts  LEFT JOIN wp_term_relationships ON (wp_posts.ID = wp_term_relationships.object_id) WHERE 1=1  AND wp_posts.ID NOT IN (13352,3348,16712,10042,3378,13000,16389,9944,3593,21034,21236,21388,12162,10440,21222,1830,10104,9092,21315,14716,11229,20229,23483) AND ( 
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id IN (10)
) AND wp_posts.post_type = 'post' AND (wp_posts.post_status = 'publish') GROUP BY wp_posts.ID ORDER BY wp_posts.post_date DESC LIMIT 0, 5
    [posts] => Array
        (
            [0] => WP_Post Object
                (
                    [ID] => 26472
                    [post_author] => 30
                    [post_date] => 2020-08-10 12:12:25
                    [post_date_gmt] => 2020-08-10 10:12:25
                    [post_content] => Come fare trading online? È una domanda questa che si pongono moltissimi investitori esperti e non del settore finanziario.

Il trading è una modalità di investimento che può portare rendimenti molto elevati e redditizi, soltanto a patto di saperlo fare correttamente per evitare i rischi naturali connessi a queste operazioni.

In questo articolo ti spiegheremo in cosa consiste e come funziona esattamente il trading, ma soprattutto come puoi rendere i tuoi investimenti online profittevoli scegliendo i migliori broker in circolazione ed adottando alcune strategie vincenti.

Trading online: cos’è e come funziona

L’attività di trading consiste in un insieme di operazioni di compravendita di asset mediante diversi strumenti finanziari, come azioni, ETF, materie prime (oro e petrolio ad esempio), opzioni ecc... La compravendita avviene tramite piattaforme digitali che fanno capo alle banche stesse o a società di investimento dette broker, che mediano tra il mercato finanziario e l’investitore. Lo scopo finale di tutto questo è ovviamente quello di generare un profitto, con il minimo rischio e nel tempo più breve possibile. Ma come fare trading on line da casa?
  1. L’investitore si registra su una delle tante piattaforme di trading online;
  2. Si procede ad aprire un conto trading su cui depositare il denaro da investire;
  3. Si acquistato azioni, titoli o altri strumenti finanziari disponibili;
  4. Si aspetta che il valore acquistato aumenti;
  5. Viene ritirata la posizione e si realizza, a seconda se è al rialzo o al ribasso, una plusvalenza o una minusvalenza.
In questo modo, dunque, si guadagna solamente nel caso in cui il prezzo dell’azione o del titolo acquistato sale. Facciamo un esempio: se decidi di acquistare 5 azioni della Apple a 200$ ciascuna, il tuo investimento iniziale ammonterà a 1.000$. Nel caso in cui il prezzo delle azioni salga, arrivando fino a 220 $, l’investitore può rivenderle sul mercato guadagnando circa il 10%, ovvero 100$. Questa tipologia di trading (azione) è remunerativa soltanto nel caso di un investimento a lungo termine. Tuttavia, esiste una seconda tipologia di trading (derivato) ideale per operare sul breve periodo. Il derivato è sostanzialmente uno strumento finanziario il cui valore dipende da un altro strumento finanziario sottostante. Il derivato, a differenza delle azioni, non distribuisce dividendi ma consentono di guadagnare sia in caso di rialzo che di ribasso di un titolo.

Iniziare a fare trading da zero: cosa c’è da sapere?

Prima di capire come fare trading online, devi innanzitutto sapere che l’idea di fondo di questa forma di investimento è la possibilità di guadagnare attraverso la variazione delle quotazioni degli asset che si scelgono. I mercati finanziari su cui è possibile operare sono:
  • Forex;
  • Bitcoin;
  • Borsa;
  • Materie prime;
  • Obbligazioni;
  • Titoli di stato;
  • Indici.
Fare trading online vuol dire avere a disposizione molteplici opportunità di investimento del proprio denaro. Tuttavia, è sempre meglio cominciare in maniera non troppo avventata avendo consapevolezza che i valori delle quotazioni cambiano velocemente e, non sempre, possono risultare remunerativi.

Come si impara a fare trading online

Molte persone che vogliono investire i propri risparmi, si affidano al meccanismo del trading online. Ma come imparare a fare trading? Il trading è sicuramente un’attività di investimento molto remunerativa a cui tutti possono dedicarsi. Ma, allo stesso tempo, è un’attività che richiede tempo, impegno e soprattutto studio. Chi non è determinato e chi non dedica un po’ del suo tempo a sperimentare ed esercitarsi, difficilmente riuscirà a guadagnare. Dunque, il miglior modo per imparare a fare trading ed evitare di incorrere in errori grossolani o, peggio ancora, in truffatori senza scrupoli è:
  1. Imparare le regole della borsa;
  2. Seguire un corso di trading;
  3. Esercitarsi a fare trading in demo;
  4. Scegliere un broker online affidabile e certificato;
  5. Investire in ciò che si conosce.
Quando si vuole fare trading online spesso non si sa come iniziare. Il primo passo può essere quello di iscriversi ad un buon corso di trading che abbini alla parte teorica anche la pratica, necessaria per imparare a muoversi con più disinvoltura in un settore non esente da rischi. Anche imparare mediante una demo del trading può essere un buon punto di partenza, soprattutto perché è possibile mettere in pratica i concetti teorici appresi e imparare tecniche e strategie di trading, senza rischiare di perdere i propri capitali.

Come fare trading online in modo sicuro

Una domanda che spesso si pongono le persone che iniziano ad approcciarsi al mondo del trading, è come poter fare investimenti online in modo sicuro. I consigli che possiamo darti noi è quello di:
  • Diversificare sempre i propri investimenti, operando su più strumenti finanziari;
  • Iniziare ad investire gradualmente, partendo sempre dai mercati più redditizi;
  • Affidarsi a società di brokeraggio online regolamentante.
Queste società, definite broker, operano sul mercato finanziario come intermediario, acquistando e vendendo azioni e titoli per conto del cliente che non può operare direttamente. I broker finanziari possono essere banche o aziende private di investimento. Entrambe mettono a disposizione dei clienti una piattaforma online sulla quale vengono mostrati i cosiddetti “bid price” ed “ask price”, ovvero i prezzi di acquisto e vendita. Tramite la piattaforma, ogni utente può inviare al proprio broker ordini di acquisto o di vendita degli strumenti finanziari su cui intende operare. Alcune piattaforme di broker, come eToro, offrono anche la funzionalità di copytrading per "copiare" con un click tutte le operazioni finanziarie fatte da trader esperti e di successo, e essere sicuri di guadagnare. Online è possibile investire sia a favore che contro determinati asset, così da poter guadagnare sia nei momenti di rialzo del mercato, sia in quelli di ribasso.

Come iniziare a fare trading e scegliere le piattaforme dove investire

Il miglior modo per cominciare a fare trading e ad investire in maniera sicura, dunque, è scegliere una piattaforma online come Forex TB o eToro, giusto per citarne un paio. Nel mercato italiano operano decine di società di broker, ma la scelta della piattaforma con cui operare sui mercati finanziari è tanto complicata quanto importante. Tra i criteri che dovrebbero guidarti nella decisione a quale broker affidarti ci sono sicuramente:
  • Affidabilità;
  • Sicurezza;
  • Semplicità di uso della piattaforma;
  • Qualità e numero degli strumenti finanziari offerti;
  • Presenza di un account demo gratuito.
Inoltre, al di là delle funzionalità e delle condizioni più o meno vantaggiose che ogni società offre, è fondamentale che il broker con cui vuoi cominciare a fare trading online sia ufficialmente regolamentato. La regolamentazione consiste in una autorizzazione che le autorità dei mercati finanziari – nel caso dell’Italia la CONSOB – concedono alle piattaforme di broker online che operano con i soldi dei risparmiatori. Per il mercato italiano, ad esempio, le società di investimento che fanno trading devono essere obbligatoriamente iscritte al registro delle imprese finanziarie della Consob. Ma quanti soldi servono per iniziare a fare trading? La quantità di denaro è abbastanza relativa, anche 10 euro possono bastare per cominciare a sperimentare il trading online. Solitamente, le piattaforme più affidabili consentono di iniziare con un primo investimento che varia dai 100 ai 250 euro (ad esempio, Forex TB). Questa cifra rappresenta un buon compromesso, perché consente ai trader principianti di poter iniziare a guadagnare i primi soldi extra senza rischiare investendo troppo capitale.

Migliori broker per trading online

Come abbiamo già detto, sono molte le piattaforme di broker per fare trading online che operano sul mercato italiano. Si tratta di broker molto affidabili e semplici da utilizzare, anche da chi parte completamente da zero a fare trading. Il deposito minimo varia dai 100 ai 200-250 euro e in alcuni casi non sono previste commissioni. Qui nella tabella in basso, un riepilogo completo dei migliori broker con cui puoi fare trading in sicurezza:

Trading online: dove investire?

Come abbiamo già detto in precedenza, l’attività di trading online si può svolgere su diversi asset finanziari. Quelli principali, su cui si concentrano maggiormente le richieste degli investitori, sono tre:
  1. Azioni;
  2. Criptovalute o bitcoin;
  3. Forex.
Per capire come fare trading con i bitcoin o come fare trading con azioni e forex, devi innanzitutto conoscere di cosa si tratta. Le azioni rappresentano la tipologia di investimento per eccellenza. Il Forex (Foreign Exchange Market) è invece un mercato virtuale in cui vengono negoziate le valute, movimentando ogni giorno miliardi di dollari al ribasso o al rialzo e influenzando l’andamento di tutte le altre valute mondiali. Le criptovalute sono un tipo di asset in grandissima crescita negli ultimi tempi, grazie soprattutto al boom che ha avuto il bitcoin, le cripto più popolari in assoluto il cui valore per ogni singolo BTC è arrivato a sfiorare addirittura $20.000 nel 2017.

Pro e contro del trading online

Come ogni forma di investimento di natura finanziaria, anche il trading online presenta vantaggi e svantaggi, se non addirittura dei rischi che vanno sempre presi i considerazione da un aspirante trader. Tra i vantaggi di questa strategia di investimento ci sono sicuramente:
  • Costi di intermediazioni e commissioni più basse rispetto agli investimenti tradizionali;
  • Ampia gamma di prodotti finanziari tra cui investire;
  • Maggiore flessibilità degli investimenti online;
  • Monitoraggio in tempo reale del proprio portafoglio di investimenti;
  • Semplicità di esecuzione mediante qualsiasi dispositivo connesso a internet.
Se il trading online ha rivoluzionato il modo di fare investimenti, tuttavia non mancano dei rischi. Il principale è la leva finanziaria. Si tratta di uno strumento di investimento che consente di incrementare notevolmente i guadagni, investendo capitali maggiori di quelli disponibili sul conto di trading, ma anche di andare incontro ad ingenti perdite. Per evitarlo, non solo è fondamentale riuscire a prevedere l’andamento dell’asset scelto, ma anche utilizzare una leva non eccessivamente superiore rispetto a quanto ci si può permettere.

Trading online: truffa o reale opportunità?

Operare nel trading online è sicuramente una opportunità di guadagno. Ma, spesso ci si chiede se sia un'opportunità reale e concreta dal punto di vista economico o se, invece, si tratta più semplicemente di una truffa. Chiariamo subito che il trading online non è affatto una truffa. C’è, esiste, e rappresenta realmente una possibilità di incrementare i propri guadagni, purché:
  • Venga fatto nel modo corretto;
  • Si abbia consapevolezza tanto dei profitti quanto dei rischi;
  • Ci si affidi a broker regolamentati, affidabili ed in possesso delle necessarie certificazioni.
L’attenzione comunque va mantenuta sempre alta, perché il trading online è sì una realta solida ed affidabile, ma non è difficile incappare in investimenti truffaldini affidandosi alle persone sbagliate. Per questo, la scelta di un broker affidabile è una decisione così essenziale per la buona riuscita del proprio investimento. In questa guida ti abbiamo spiegato come fare trading partendo da zero. Nei prossimi articoli sicuramente ti parleremo anche delle opportunità di guadagno che ci sono in questo settore e su quali piattaforme conviene investire. Se vuoi restare aggiornato, iscriviti alla newsletter di EfficaceMente e scrivici nei commenti se e quanto ti è stato utile questo nostro contributo. [post_title] => Come fare trading [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => come-fare-trading [to_ping] => [pinged] => http://www.efficacemente.com/iscrizione-newsletter [post_modified] => 2021-01-28 12:13:46 [post_modified_gmt] => 2021-01-28 11:13:46 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.efficacemente.com/?p=26472 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [1] => WP_Post Object ( [ID] => 26447 [post_author] => 30 [post_date] => 2020-07-01 12:04:10 [post_date_gmt] => 2020-07-01 10:04:10 [post_content] => Conoscere bene dove e come investire in azioni è il primo passo per guadagnare investendo onlineTi sei mai chiesto come fare per investire in azioni? Probabilmente, sei arrivato fin qui, la risposta è sì. Investire in azioni nel 2020 è tra le soluzioni finanziarie più redditizie, non esente purtroppo da rischi. Per chi è alle prime armi, muoversi nel mondo del mercato azionario può essere difficile. In questa guida pratica ti illustreremo brevemente cosa sono le azioni ed in cosa consiste il mercato degli investimenti azionari. Ma, soprattutto, ti aiuteremo a capire come investire i risparmi e quali parametri considerare nella scelta dei titoli azionari in cui investire.

Cosa sono le azioni?

Prima di addentrarci nei consigli pratici sugli investimenti in azioni, è opportuno cominciare dalle basi e dalla definizione di cosa sono le azioni. Le azioni rappresentano uno strumento finanziario che ti consente di acquisire una quota di proprietà – di solito molto piccola – di un’azienda quotata in borsa. Le quote di partecipazioni al capitale sociale di un’azienda possono essere di due tipi:
  1. Azioni ordinarie: quelle che danno diritto di voto agli azionisti, nonché ai profitti derivanti dai dividendi e dai guadagni in conto capitale (cioè dalla crescita della quotazione dell’azione);
  2. Azioni di risparmio: quelle che garantiscono gli utili generati da un’azienda, ma non danno diritto di voto agli investitori.
La partecipazione agli utili ed alla direzione dell’azienda è, ovviamente, sempre proporzionale alla quota o alle quote che si possiedono. Dunque, in tal senso, il peso di piccoli azionisti può essere piuttosto limitato.

Come si guadagna investendo in azioni?

Sostanzialmente, sono due i modi per riuscire a guadagnare investendo i propri soldi in borsa:
  1. Incassare i dividendi che l’azienda su cui hai investito distribuisce periodicamente;
  2. Rivendere le azioni che possiedi ad un prezzo maggiore a quello di acquisto, generando così una plusvalenza.
Non tutte le società quotate in borsa staccano dividendi per i loro azionisti. Quelle che lo fanno sono aziende che hanno una condizione economica favorevole. Per quanto riguarda, invece, la vendita di azioni: il prezzo delle azioni può aumentare ma anche diminuire. Queste fluttuazioni di mercato dipendono dall’andamento complessivo di un’azienda. Se va bene e riesce a generare utili, allora il prezzo sale. Altrimenti, scende.

Investire in azioni online: come funziona il mercato azionario?

Prima di poter fare consapevolmente investimenti in azioni, è necessario capire come funziona il meccanismo di investimento partendo dalla spiegazione di cosa sia il mercato azionario. Il mercato azionario è una sorta di piazza telematica in cui avvengono la maggior parte delle contrattazioni finanziarie. Il mercato azionario globale si suddivide in:
  • Mercato azionario primario;
  • Mercato azionario secondario.
Nel primo, di solito, vengono piazzati titoli di nuova emissione come, ad esempio: obbligazioni, BOT, BTP o IPO (Initial Public Offering), ovvero la prima offerta al pubblico di azioni di un’azienda appena quotata in borsa. Il mercato secondario, invece, è quello in cui si possono acquistare azioni che sono già in circolazione mediante la compravendita di quote delle aziende.

Come investire in azioni: dove e come comprare titoli

Se vuoi comprare azioni e fare investimenti, sono sostanzialmente tre le strade che puoi percorrere:
  • Agire in piena autonomia attraverso una delle tante piattaforme di trading online presenti sul mercato;
  • Rivolgerti ad un intermediario professionista, che può essere la tua banca di fiducia o un broker finanziario.
Vediamo quali sono i pro ed i contro di entrambe le possibilità, così da aiutarti a scegliere quella migliore per te. Oggi, le numerose piattaforme di trading online consentono a chiunque di investire i propri risparmi in autonomia. Questo per te può significare sicuramente scegliere azioni che rispecchiano i tuoi interessi, ma ovviamente è necessaria una certa conoscenza del settore per evitare di sbagliare investimento. Per broker finanziario si intendono essenzialmente due figure distinte. Il primo è un consulente finanziario che ha licenza per svolgere questo mestiere e che spesso lavora presso una banca. Va da sé che oltre a comportare alte commissioni, si potrebbe limitare a consigliarti prodotti confezionati dalla banca stessa e non calibrati alla perfezione sulle tue esigenze. La seconda tipologia di broker può essere rappresentata anche una società di intermediazione finanziaria, ossia un broker Forex CFD autorizzato, che ti consente di fare trading online non solo sui titoli azionari ma anche su Forex e CFD (derivati sulle azioni).

Come scegliere le azioni da acquistare

Scegliere le azioni da acquistare quando si vuole fare un investimento a medio o lungo termine è molto importante. Occorre sicuramente avere un minimo di conoscenza del settore finanziario, ma anche la lungimiranza di informarsi costantemente per rimanere al passo di un mondo che si evolve velocemente. Per investire in azioni serve affidarsi tanto all’analisi tecnica, che dell’analisi fondamentale sui bilanci, per comprendere se effettivamente le azioni che si intende acquistare vanno bene. Ma questo non basta. Quando vuoi investire, nella scelta del titolo da acquistare dovresti anche:
  • Investire su business e settori che conosci, lasciandoti guidare anche dalle tue competenze e dalle tue passioni: se sei un nerd dei videogiochi e sta per uscire una nuova console della Nintendo, puoi guadagnare online investendo nelle sue azioni;
  • Ricordati che dietro le azioni che acquisti c’è sempre un’azienda che stai considerando particolarmente valida e con cui ne condividerai le sorti finanziarie;
  • Prestare attenzione ai rumor e alle indiscrezioni su eventi futuri: se la Apple sta per presentare il nuovo modello di iPhone, il mercato si muoverà in anticipo ed i prezzi saliranno ancora prima dell’uscita effettiva del dispositivo;
  • Capire il giusto timing degli investimenti, cioè quando acquistare determinate azioni: ad esempio, nel momento in cui il mercato sta sottostimando il potenziale di un’azienda, con un conseguente prezzo al ribasso delle sue azioni;
  • Puntare su aziende solide che producono soldi, ma non trascurare quelle giovani che hanno un buon potenziale di crescita.
Facciamo un esempio di quest’ultimo punto: Tesla. Per anni, i profitti che questa azienda ha garantito ai suoi investitori erano praticamente nulli. Eppure, il costo di una singola azione si aggirava intorno ai 700$. In questo caso, le alternative erano due: pura speculazione o, più semplicemente, le aspettative di ciò che questa azienda era in grado di diventare e che hanno incrementato il valore delle sue azioni.

Migliori titoli azionari su cui investire: come sceglierli?

Quando si decide di fare investimenti in azioni è fondamentale effettuare una stock selection, ovvero la scelta dei migliori titoli azionari su cui investire parte del proprio capitale. Il numero di titoli disponibili sul mercato finanziario internazionale è molto elevato e va fatta inevitabilmente una cernita. Un buon metodo per filtrare la tua ricerca è quello di concentrarsi sul valore di una società. E, quindi, optare per compagnie solide, che producono grandi bilanci e che hanno una buon flusso monetario. I parametri da considerare per scegliere quali titoli azionari inserire nel proprio portafoglio di investimenti sono soprattutto:
  • ROE (return on equity): indice di redditività del proprio capitale che si ottiene dividendo l’utile netto dell’azienda per i capitali propri;
  • ROI (return of investment): indice che rileva quanto rende il capitale investito;
  • P/E: il rapporto tra prezzo delle azioni e utili societari, serve a determinare il valore (costo) delle azioni di una compagnia;
  • EPS: l’indice che rapporta gli utili di una società al totale delle azioni circolanti sul mercato;
  • EBITDA: indice di misura del flusso di cassa potenziale di un’azienda derivante dal suo ciclo operativo.
Per una buona valutazione, sarebbe sempre preferibile paragonare i risultati degli indicatori dell’azienda in cui vorresti investire, a quelli delle aziende concorrenti. In questo modo, infatti, potrai avere un’idea più chiara della forza che quell’azienda ha rispetto alla concorrenza.

Migliori piattaforme per fare il tuo investimento in azioni

Una delle modalità con cui puoi pensare di fare questa tipologia di investimento, è quella di farlo attraverso una delle tante piattaforme di trading online presenti sul mercato. Al giorno d’oggi ci sono molte piattaforme sicure ed affidabili con cui investire, come:
  • eToro;
  • Iq Option;
  • Plus 500.
Tutte e tre queste piattaforme sono l’ideale anche per i principianti, alle prime armi nel mondo degli investimenti. Inoltre, un altro interessante vantaggio da non sottovalutare è che nessuna applica commissioni alla compravendita. Nei prossimi paragrafi te le presenteremo meglio, analizzando nel dettaglio caratteristiche e servizi offerti da ciascuna.

eToro

Cominciamo da eToro, leader mondiale di social trading ed una delle piattaforme più semplici con cui approcciare agli investimenti online. Oltre alla facilità di utilizzo, anche per chi parte da zero, tra le caratteristiche ed i vantaggi principali di questa piattaforma ci sono:
  • Basse commissioni per le operazioni di compravendita e basse tariffe di prelievo;
  • Oltre 2000 asset su cui investire;
  • Funzione di Copy trading, ovvero la possibilità di copiare automaticamente le strategie di altri investitori;
  • Conto Demo gratuito di $100.000;
  • Copy Portfolios, un insieme di strategie di investimento già pronte e divise per tema.
Anche se il ticket di ingresso è elevato, si aggira infatti intorno ai 200 $, grazie a eToro è possibile quasi subito ottenere buoni risultati. Ciò soprattutto grazie alla possibilità di esercitarsi con un conto demo e alla innovativa funzione di copy trading che ti consente letteralmente di copiare quello che fanno altri investitori ed ottenere i medesimi risultati, con il minimo rischio.

Iq Option

IQ Option è un altro buon broker online, regolamentato dalla CySEC, ovvero l’organo di controllo finanziario di Cipro, con licenza n. 247/14 di operare sui principali mercati finanziari internazionali. Anche Iq Option è una piattaforma molto apprezzata da chi vuole cominciare a fare investimenti in azioni o in altri titoli finanziari, pur non disponendo di ingenti capitali, soprattutto perché consente di iniziare ad investire con un investimento minimo relativamente basso, di appena 10 euro.  Alcune delle caratteristiche di questa piattaforma sono:
  • Zero costi e commissioni per utilizzare il servizio;
  • Ampia varietà di asset e strumenti finanziari su cui investire;
  • Conto demo gratuito ed illimitato.
Iq Option, inoltre, offre a tutti i suoi iscritti la possibilità di accedere ad un’area didattica in cui si possono visualizzare tanti video-corsi che spiegano le varie tecniche di investimento, partendo dalle più semplici fino ad arrivare alle più complesse.

Plus500

Plus500 è una piattaforma online quotata sul mercato principale della Borsa di Londra, che ti consente di investire in azioni, ma anche in Forex, materie prime e CFD. Come eToro e Iq Option, si tratta di un broker sicuro, affidabile e di qualità che offre ai suoi clienti svariati vantaggi. Innanzitutto, operare con Plus 500 è molto facile ed intuitivo anche per chi non ha abbastanza dimestichezza negli investimenti finanziari. Tra i punti di forza di Plus500 ci sono:
  • Zero commissioni;
  • Spread bassi, fissi e favorevoli;
  • Ampio numero di strumenti finanziari negoziabili;
  • Grafici interattivi di qualità per l’analisi tecnica;
  • Conto demo gratuito e illimitato di 40.000€ virtuali.
Chi invece vuole iniziare subito a lanciarsi sul mercato delle azioni con soldi veri, lo può fare su Plus 500 con un deposito minimo di 100 €. Investire nel mercato finanziario può essere complesso, per questo ti consigliamo di continuare la lettura e scoprire i nostri consigli, che possono esserti molto utili.

Come investire in borsa: alcuni consigli utili

Non c’è una regola base da seguire per imparare ad investire in borsa. Serve tanto buon senso, certo. Ma è necessario anche informarsi il più possibile sul settore finanziario. In che modo? Innanzitutto leggendo giornali e riviste di settore dedicate al mondo della finanza. In secondo luogo, è indispensabile imparare a comprendere come fare una valutazione di un’azienda. Questo è possibile in due modi:
  • Analisi fondamentale: si tratta dell’analisi del valore dei titoli con cui è possibile capire se un’azienda è solida e se è sufficientemente redditizia per gli investitori;
  • Analisi tecnica: studia le dinamiche e l’andamento dei prezzi nel tempo, così da prevedere i trend futuri.
In ultimo, se vuoi davvero imparare ad investire in Borsa, non c’è miglior modo se non quello di sperimentare sul campo attraverso un simulatore di trading online. Si tratta di strumenti completamente gratuiti che ti consentiranno di simulare un investimento online senza mettere realmente a rischio il tuo capitale.

Investire in azioni: quanto conviene?

Investire in azioni sicure è un po’ l’obiettivo di chiunque si avvicini al mondo degli investimenti in borsa. In realtà, però, il concetto di sicurezza è abbastanza distante da questa tipologia di investimento, perché:
  • Nessuna azione può essere sicura e garantire soltanto fasi di rialzo;
  • Il mercato finanziario si caratterizza naturalmente per continue oscillazioni al rialzo ed al ribasso.
Per capire questo passaggio, consideriamo come investire in azioni Amazon. Molti credono che investire in Amazon sia la scelta migliore perché queste azioni sono destinate a salire per sempre. Ed in parte è vero. Ma non potranno farlo per sempre. Nessuno può prevedere l’andamento e lo stesso CEO di Amazon Jeff Bezos ha ammesso che l’azienda potrebbe andare in crisi nei prossimi 30 anni. Dunque il rischio di perdita è sempre insito nel settore degli investimenti. Ma comunque non è sempre un problema: chi possiede azioni Amazon potrà comunque guadagnarci il giorno in cui scenderanno, con la vendita allo scoperto. Tornando quindi alla convenienza. Gli investimenti in azioni convengono, se fatti in modo corretto e, soprattutto, se ci si affida a piattaforme per investire sicure ed affidabili, come eToro, Iq Option e Plus 500, e avendo la consapevolezza che bisogna sempre sfruttare sia i momenti in cui il mercato è in salita, che quelli in cui scende. In quest’articolo ti abbiamo spiegato le basi per iniziare ad investire e comprare azioni online, ma c’è ancora molto altro di cui parlare e lo faremo sicuramente nei prossimi articoli. Nel frattempo, iscriviti alla newsletter di EfficaceMente e facci sapere nei commenti se e quanto ti è stato utile questo contributo. [post_title] => Come investire in azioni [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => come-investire-in-azioni [to_ping] => [pinged] => http://www.efficacemente.com/iscrizione-newsletter [post_modified] => 2021-01-28 12:11:55 [post_modified_gmt] => 2021-01-28 11:11:55 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.efficacemente.com/?p=26447 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [2] => WP_Post Object ( [ID] => 27016 [post_author] => 30 [post_date] => 2020-05-20 12:15:32 [post_date_gmt] => 2020-05-20 10:15:32 [post_content] => Come investire in borsa e guadagnare? Se ti sei posto questa domanda, allora sei arrivato nel posto giusto. In questo articolo, infatti, ti spiegheremo come puoi iniziare a fare investimenti in Borsa online, anche partendo da zero. Investire in Borsa può dare molte soddisfazioni è vero, ma contempla anche qualche rischio. Il sogno di guadagnare cifre elevate spesso si scontra con l’idea che ci vogliano ingenti capitali per iniziare oppure con la paura di perdere tutti i soldi investiti. Per questo alcuni investitori rinunciano, ancora prima di iniziare. Per avere successo, servono nozioni, strategie, strumenti e le migliori piattaforme di investimenti. Tutte cose che troverai continuando a leggere la nostra guida sugli investimenti in Borsa, pensata anche per chi si sta avvicinando a questo mondo e non vuole commettere errori.

Come iniziare ad investire in borsa

Per iniziare ad investire i propri risparmi in borsa serve conoscere come funziona il mercato degli investimenti e, soprattutto, imparare a leggere gli indici della borsa a cui fanno riferimento tutti gli investitori. Sono nozioni di base queste, la cui conoscenza dettagliata però rappresenta un valore aggiunto se ti vuoi avvicinare al mondo della Borsa. La Borsa Valori è un mercato finanziario virtuale e regolamentato dove si possono acquistare e vendere:
  1. Valute;
  2. Obbligazioni;
  3. Azioni delle imprese quotate in borsa;
  4. Etf;
  5. Derivati, come futures e opzioni.
Quando si vuole cominciare ad investire in borsa comprando o vendendo azioni è molto importante conoscere gli indici di borsa, ovvero delle medie del valore di un certo paniere di titoli azionari, dalla cui analisi è possibile comprendere l’andamento di un mercato e quale strategia di investimento adottare. Gli indici più importanti e consultati a livello globale sono:
  • Dow Jones;
  • Nasdaq Composite;
  • S&P 500;
  • Nikkei 225;
  • FTSE MIB.
Ora che ti abbiamo spiegato in breve cos’è la Borsa, non resta che capire come realmente si può guadagnare comprando e vendendo azioni. Nel prossimo paragrafo quindi ti parleremo di come si fa a guadagnare con un investimento in Borsa.

Investire in borsa: come si fa a guadagnare?

Il guadagno principale di un investimento in borsa proviene dal possesso di azioni, ovvero dall’acquisto di una parte del capitale di un’azienda quotata in borsa, che dà diritto ad incassare una quota dei cosiddetti dividendi o utili dell’azienda. Ma, sostanzialmente, esistono altre due fonti di guadagno che sono:
  • Acquisto e vendita delle azioni;
  • Vendita allo scoperto.
Nel primo caso, i profitti derivano dall’aumento di valore dell’azione: se, infatti, compri un’azione quando il prezzo è basso e la rivendi appena il prezzo aumenta puoi ottenere un certo profitto. Un’opzione più speculativa è quella della vendita allo scoperto che permette di guadagnare anche quando il prezzo scende. In questo caso non è necessario acquistare l’azione prima di venderla allo scoperto. Questa modalità è possibile soprattutto se utilizzi una piattaforma di investimento in Borsa, che ti consente di operare sul mercato sia nel modo tradizionale sia, appunto, vendendo allo scoperto. Se vuoi cominciare ad investire in borsa partendo da zero, affidarsi ad una piattaforma online è una strategia che può premiare, come vedremo anche nei prossimi paragrafi.

Come iniziare a investire in borsa partendo da zero

Investire in Borsa senza possedere un minimo di preparazione è possibile. A patto però di avere molta pazienza, tempo e impegno da dedicare allo studio di questa attività. Il mercato finanziario è ricco di opportunità di guadagno. Ma per riuscire a trasformare quelle opportunità di investimento in un profitto concreto, è necessario seguire alcune mosse e strategie utili ad avere una visione completa di ciò che si andrà a fare. Ecco, allora, cosa devi fare per realizzare investimenti profittevoli:
  • Conoscere bene le basi della Borsa valori e quali sono gli asset finanziari su cui è possibile fare investimenti;
  • Studiare i mercati finanziari principali, comprenderne il funzionamento e capire come interpretare correttamente gli indici di borsa;
  • Affidarsi a validi broker finanziari ed a piattaforme di trading online sicure e professionali che ti seguono passo passo nel tuo investimento;
  • Esercitarsi sui conti demo delle piattaforme di broker, per cominciare a fare pratica in Borsa senza rischiare il proprio capitale;
  • Rendere automatico l’investimento con il sistema del Copy Trading, offerto da piattaforme come eToro, per imparare ad investire dai migliori.
Non a caso, tra gli step appena citati abbiamo citato più volte le piattaforme di brokeraggio online. Per avvicinarti agli investimenti in Borsa online, questi strumenti sono un valido aiuto per negoziare sui mercati in modo sicuro. Ma dove è meglio investire in borsa? Q quali sono le migliori piattaforme per investire partendo da zero? Scoprilo leggendo il paragrafo successivo.

Come investire in borsa da casa: le migliore piattaforme online

Investire in borsa online rappresenta al giorno d’oggi la modalità più semplice iniziare ad approcciarsi a questa attività. Questo però comporta una scelta fondamentale, che è quella della piattaforma su cui investire. Spesso, è proprio la piattaforma di trading a cui ci si rivolge a fare la differenza tra un buon investimento ed un investimento sbagliato. Ma, quali sono le caratteristiche che dovrebbe offrire una valida piattaforma di investimenti ai suoi clienti? Ecco quelle più importanti a cui devi fare attenzione:
  • Sicurezza massima;
  • Facilità di utilizzo;
  • Affidabilità;
  • Gratuità (senza commissioni o costi fissi da pagare);
  • Supporto al cliente valido e tempestivo;
  • Demo illimitata, gratuita e senza alcun vincolo;
  • Depositi iniziali contenuti.
Tutti requisiti che è possibile trovare nelle 5 migliori piattaforme per investire in Borsa che abbiamo selezionato per te.

1. eToro

eToro è una piattaforma online molto valida per tutti coloro che vogliono iniziare ad approcciarsi negli investimenti in Borsa partendo da zero e non vogliono rischiare di commettere errori. Oltre ad essere una piattaforma molto intuitiva e semplice da utilizzare, eToro ha il vantaggio di offrire l’opzione copy trading, che consente ai principianti di copiare automaticamente tutte le operazioni di successo eseguite da investitori più esperti nel settore. Il deposito minimo di ingresso è di 200 euro e, come per altre piattaforme di trading, c’è la possibilità di utilizzare un conto demo per esercitarsi ad investire senza mettere a rischio il proprio capitale reale.

2. Forextb

Anche ForexTB rappresenta una valida opzione a disposizione per chi vuole iniziare ad investire in Borsa senza incappare in errori e problemi. Dotata di una interfaccia facile da usare e davvero user friendly, questa piattaforma leader in Europa per il trading online offre ai suoi clienti un area formativa, dove consultare risorse gratuite per imparare strategie e meccanismi degli investimenti in Borsa. ForexTB mette a disposizione dei suoi iscritti un conto demo illimitato, gratuito e senza vincoli su cui esercitarsi e fare esperienza, prima di iniziare ad investire con denaro reale. Il deposito iniziale da versare è di 250 euro, ma tra i servizi offerti ci sono anche notifiche di trading gratuite utili per analizzare la situazione del mercato e progettare la mossa migliore da compiere.

3. Trade

Trade è tra le piattaforme europee più prestigiose ed apprezzate per investire in Borsa, per la facilità di utilizzo ma anche perché offre numerose risorse di formazioni gratuite di alto livello. L’uso della piattaforma è gratuito, non ci sono infatti né commissioni né costi fissi di alcun tipo. Inoltre, a fronte di un deposito minimo iniziale di 100 euro, è possibile utilizzare un conto demo senza alcun limite o vincolo. Tra i vantaggi di Trade più apprezzati dai principianti c’è quello di offrire ai suoi iscritti un corso personalizzato gratuito, con un esperto di Borsa che li guida al telefono dando spiegazioni, indicazioni e consigli per iniziare a muoversi al meglio nel mondo della Borsa. Tra le altre funzionalità di questa piattaforma c’è il Trend dei Trader, ovvero un indicatore molto semplice per comprendere come gli altri investitori agiscono su ogni titolo quotato in Borsa.

4. Iq Option

Iq Option è un’altra piattaforma molto apprezzata dagli investitori principianti, poiché consente di avvicinarsi al mondo del trading in Borsa investendo un capitale minimo di appena 10 euro. Il deposito iniziale irrisorio e l’assenza di commissioni e costi fissi, sono sicuramente i principali vantaggi di questa piattaforma che si qualifica come una realtà sicura e affidabile sotto tutti i punti di vista. Come altre celebri piattaforme, anche Iq Option mette a disposizione dei suoi iscritti una valida area didattica e formativa, ricca di risorse e video corsi che spiegano passo passo le basi della Borsa ma anche le strategie più complesse di investimento. Per chi vuole avvicinarsi agli investimenti in Borsa e accumulare esperienza, questa piattaforma offre anche la possibilità di utilizzare una demo gratuita, illimitata e senza alcun vincolo.

5. Plus 500

Un’altra valida piattaforma per investire in Borsa online è Plus 500. Facile da usare e con un’interfaccia utente molto semplice ed intuitiva questa piattaforma si colloca tra le migliori realtà professionali per investire in Borsa, sia per investitori più esperti ed esigenti che per i principianti. Il deposito iniziale di investimento è di 100 euro, una cifra sostenibile anche da coloro che iniziano ad approcciarsi agli investimenti in Borsa online. Se stai cominciando ad investire in borsa, questo broker può esserti utile per imparare perché ha un’ampia varietà di asset e strumenti finanziari negoziabili. Ed, inoltre, tra i vantaggi principali c’è, anche in questo caso, il Conto Demo, una sorta di simulatore di investimenti che offre la possibilità di fare pratica e testare sul campo le tue migliori strategie di investimento, senza commettere errori e mettere davvero a rischio il tuo capitale.

Come si impara a investire in borsa: 5 errori da non commettere

Imparare ad investire in Borsa non è complicato. Con pazienza, impegno e costanza, anche chi non conosce veramente nulla può iniziare a lanciarsi in questa attività. Purtroppo, non è raro che gli investitori in erba possano incappare in errori, con perdite più o meno ingenti del capitale investito. La Borsa non è esente dal rischio di sbagliare, ma è proprio conoscendo gli errori che è possibile trasformare comunque uno sbaglio in un’opportunità di profitto. Ecco, quindi, quali sono gli errori più comuni che un principiante non dovrebbe commettere:
  1. Credere che investire in Borsa sia difficile. Un pensiero lecito e diffuso che però rischia di limitare le tue azioni. Investire in Borsa non è complicato, ma anzi si può imparare facilmente facendo pratica o seguendo i corsi delle piattaforme di Trading;
  2. Ritenere che serva un capitale ingente per iniziare. Non servono molti soldi per cominciare ad investire in Borsa, anche 10 o 20 euro possono bastare. Fai solo attenzione alle commissioni sulle operazioni e scegli piattaforme con costi contenuti;
  3. Pensare che si può guadagnare solo quando la Borsa sale. Come ti abbiamo già detto in precedenza, con la vendita allo scoperto si può ottenere profitto anche quando il valore di un titolo scegliere. Ecco perché devi conoscere bene le nozioni di base e le tecniche di investimento prima di iniziare;
  4. Scegliere una piattaforma di investimento sbagliata. Sbagliare a scegliere la piattaforma è un errore che alcuni principianti commettono, perché non conoscono le caratteristiche che dovrebbero avere piattaforme di qualità, come quelle che abbiamo recensito nell’articolo;
  5. Credere che gli investimenti in Borsa siano un gioco. Anche se l’espressione “Giocare in borsa” è ormai di uso comune nella nostra lingua, investire in Borsa non è affatto un gioco: serve impegno e costanza per avere successo.
Talvolta, un piccolo aiuto ci può venire anche da libri e manuali tecnici che spiegano i fondamenti e le strategie per non sbagliare investimenti. Vediamo nel prossimo paragrafo quali sono i libri più interessanti che puoi consultare.

I migliori libri su come investire in borsa

Investire in borsa facendo pratica sui conti demo delle piattaforme online è sicuramente il metodo più innovativo per approcciare a questa attività. Esiste, tuttavia, anche una maniera più tradizionale che è quella di affidarsi alla lettura di libri specializzati che ti spiegano come fare ad investire nella Borsa. Si tratta di libri che spesso sono scritti da guru della finanza, con alle spalle anni di successo nei mercati finanziari, oppure da accademici in grado di offrire strategie e nozioni più tecniche. Tra i 3 volumi che possiamo consigliarti di consultare, ci sono:
  • L’Investitore Intelligente di Benjamin Graham: un libro considerato dai più come il “Sacro Graal” dei volumi finanziari, un saggio sulla tecnica e gli approcci agli investimenti finanziari, scritto dal mentore di Warren Buffet, tra gli investitori di successo più famosi al mondo;
  • Analisi tecnica dei Mercati Finanziari di John Murphy: un manuale che ti avvicina ai fondamenti dell’analisi tecnica dei mercati finanziari con grafici, strategie di trading, nozioni sulle tendenze di mercato e metodi di analisi;
  • Il metodo Warren Buffet di Robert Hangstrom: un volume interessante che offre uno spaccato sulla vita e sulle strategie di investimento di successo di Warren Buffet che con un investimento di soli 100$ ha costruito un impero che oggi ne vale almeno 80 miliardi.
Ma come ti abbiamo già detto più volte in questa guida, il modo migliore per investire in Borsa è iniziare a fare pratica, partendo dalle nozioni base ed acquisendo, nel tempo, maggiore consapevolezza e destrezza sui mercati finanziari.

Come investire in borsa senza rischi: è possibile?

Arrivato fino a qui, ti stai ancora chiedendo se è possibile investire in borsa senza correre rischi? Fare investimenti in borsa è un’attività che può essere redditizia, se si sanno scegliere gli asset giusti su cui puntare. Ovviamente, non si tratta di un’attività completamente esente da rischi. Il rischio è sempre parte di un mercato che è pur sempre soggetto ad oscillazioni. Tuttavia, è possibile cercare di limitare e minimizzare le perdite restando sempre aggiornati su fatti economici e finanziari globali, e seguendo una strategia che punti a generare profitti sicuri. Come, te lo abbiamo già spiegato: utilizzando piattaforme sicure, affidabili e con zero commissioni, ma non solo. Quello che puoi fare per minimizzare i rischi è:
  • Investire in settori di cui si ha una buona conoscenza;
  • Diversificare il portafoglio di investimenti;
  • Non investire tutti i tuoi soldi a disposizione;
  • Capire quando è il momento giusto di vendere;
  • Eseguire sempre un’analisi tecnica e fondamentale prima di acquistare un titolo.
Alla fine di questa lettura, avrai certamente le idee più chiare su come investire in borsa online e generare profitti, senza rischiare eccessivamente. Se vuoi essere sempre aggiornato su altre occasioni e metodologie di guadagno, iscriviti alla newsletter di EfficaceMente. Se, invece, hai dubbi o domande scrivici nei commenti. [post_title] => Come investire in borsa [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => come-investire-in-borsa [to_ping] => [pinged] => http://www.efficacemente.com/iscrizione-newsletter [post_modified] => 2021-01-28 12:17:42 [post_modified_gmt] => 2021-01-28 11:17:42 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.efficacemente.com/?p=27016 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [3] => WP_Post Object ( [ID] => 26503 [post_author] => 30 [post_date] => 2020-05-01 12:16:50 [post_date_gmt] => 2020-05-01 10:16:50 [post_content] => Come è possibile guadagnare con un blog? La domanda viene spontanea, perché a prima vista quello del blogger pare il lavoro ideale. Non ci sono cartellini da timbrare, non si hanno orari fissi, e si guadagna scrivendo delle proprie passioni. Non sembra male. Tuttavia, aprire un blog di successo e guadagnare online non è così semplice come potrebbe apparire. Non è impossibile monetizzare il proprio blog in poco tempo e riuscire a crearsi uno stipendio consistente, ma bisogna essere molto produttivi e sapere come fare. In questo articolo andremo a vedere proprio questo, e ti spiegheremo le migliori strategie da adottare e le modalità più comuni per monetizzare un blog.

Tipologie di guadagni di un blog

Quando si parla di come guadagnare soldi con un blog, ci sono due strade percorribili:
  • Guadagni diretti;
  • Guadagni indiretti.
Per guadagni diretti si intendono tutte quelle forme di guadagno passive, che collegano la pubblicazione di un post alla monetizzazione degli articoli mediante l’implementazione di varie forme di pubblicità esterna. I guadagni indiretti, invece, sono un tipo di guadagno che è possibile ottenere tramite la vendita di prodotti e/o servizi propri, come per esempio attività di consulenza, di formazione o di collaborazione in forma di Guest Post.

Come guadagnare online con un blog: 7 strategie efficaci

Prima di concentrarci su come puoi guadagnare con un blog, bisogna premettere che le tue possibilità di successo dipenderanno dall’impegno che ci metterai nel far crescere il tuo blog. Guadagni facili non esistono, nulla si ottiene senza fatica. Come ogni altro tipo di lavoro, serve passione, pazienza e perseveranza. La differenza tra l’essere un blogger amatoriale e un blogger professionista in grado di ottenere ricavi dal lavoro online, sta nel seguire una precisa strategia che sia in linea con i propri obiettivi Sono 3 i punti che non devi trascurare per realizzare il tuo sogno di monetizzare un blog:
  • Scegliere una nicchia specifica e profittevole: monetizzare un blog generico è molto più complesso del concentrarsi, invece, su un’area tematica in cui sei esperto e che sia in grado di generare maggiore traffico e più conversioni;
  • Creare il tuo blog scegliendo una piattaforma adeguata: se vuoi realmente avere la chance di monetizzare il tuo blog, dovrai scegliere una piattaforma di hosting di qualità che sia flessibile, funzionale e veloce;
  • Portare traffico sul tuo sito: senza traffico non sarà possibile generare profitti. Non è un’impresa semplice, ma neppure impossibile. Cosa serve? Contenuti di qualità, Ottimizzazione Seo, Social Media, Advertisement.
I tre punti sopra elencati non sono altro che i primi step da compiere per riuscire a creare una base solida per incominciare il tuo percorso da vero blogger professionista. Ma come si fa a guadagnare con un blog? Nei prossimi paragrafi ti spiego quali sono i metodi più diffusi per riuscire a monetizzare qualsiasi blog.

1. Pubblicità

L’inserimento di banner pubblicitari “proprietari”, ovvero di aziende esterne, è forse il metodo più immediato che viene in mente quando si pensa a come poter guadagnare con un blog. Se il tuo blog ha discreti volumi di traffico e una buon posizionamento, potrai iniziare a prendere in considerazione questa forma di guadagno, proponendo a determinate aziende di inserire un loro banner sul tuo sito in cambio di un compenso. Con questo tipo di monetizzazione, in base agli accordi che prenderai con l’azienda stessa, puoi ottenere un costo:
  • Costo fisso al mese;
  • Tot. determinato ogni 1000 visualizzazioni;
  • Tot. determinato per ogni click ricevuto.
Il vantaggio di questo approccio è quello di avere un’entrata abbastanza stabile e sicura, a patto però di avere molto traffico sul proprio sito e di poter garantire un numero di impressioni sui banner rilevante.

2.Affiliazioni

I programmi di affiliazione sono un metodo altrettanto efficace per monetizzare il proprio blog e generare profitti. L’affiliazione consiste nel destinare degli spazi sul proprio blog alla promozione ed alla vendita di prodotti di qualcun altro. Per guadagnare tramite affiliazioni, non devi fare altro che registrarti ad un network di affiliazione (come Amazon o Ebay, ad esempio) e generare dei link “referenziali” per ogni prodotto da te scelto, che inserirai all’interno dei contenuti del tuo blog Le tipologie di affiliazione più comuni sono due:
  • Cost per Sale (CPS);
  • Cost per Action (CPA).
Nel primo caso, avrai una percentuale o una commissione, che varia a seconda dell’azienda, ogni qual volta un utente cliccherà sul link referenziale e acquisterà quel prodotto tramite il tuo blog. Nel secondo caso, invece, verrai remunerato ogni volta che l’utente compie un’azione, come iscriversi ad una newsletter o scaricare app oppure contenuti. Monetizzare tramite affiliazione non è facile, il segreto è selezionare prodotti di qualità e attinente alla tua nicchia, ma soprattutto prodotti che rispondono meglio ai reali bisogni del tuo pubblico. In questo modo, potrai dimostrare tutta la tua esperienza nel settore e, alla lunga, aumentare prestigio e visibilità del tuo blog.

3.Google Adsense

Gli AdSense di Google sono tra i metodi di monetizzazione più conosciuti. Questo servizio consiste nell’inserire dei banner pubblicitari all’interno delle pagine del tuo blog. In cambio, riceverai un compenso, dell’ordine di pochi centesimi, per ogni volta che qualcuno ci cliccherà sopra. Tra i vantaggi di adsense c’è:
  • Possibilità di monetizzare fin da subito con il proprio blog;
  • Dinamicità degli annunci, che cambiano in base agli interessi dei lettori incrementando la probabilità di ricevere click.
Adsense è molto semplice da usare e non vengono richiesti requisiti minimi di visualizzazione. Tuttavia, il processo di attivazione richiede che il sito sia ben scritto, curato e che abbia già diversi contenuti all’attivo, nonché una regolarità nelle pubblicazioni. Iscriversi ad Adsense è gratuito e una volta completato il processo di iscrizione, ti verrà fornito il codice del banner pubblicitario che dovrai implementare nel tuo blog.

4.Post sponsorizzati

Se il tuo blog risulta particolarmente autorevole in un certo settore e possiedi un traffico organico sufficientemente solido, allora potresti considerare l’idea di generare profitto attraverso i post sponsorizzati. Si tratta di post scritti su commissione per promuovere, dietro compenso, un determinato prodotto o servizio. Puoi proporti direttamente tu alle aziende, ma spesso sono le aziende stesse a contattare i blog ben posizionati in serp e con un buon traffico. Se decidi di promuovere un prodotto sul tuo blog attraverso un post sponsorizzato, ricordati che è necessario:
  • Specificare nel testo che si tratta di un post sponsorizzato;
  • Scrivere il post in modo coerente alla tua linea editoriale;
  • Dare un’opinione onesta sul prodotto/servizio.
La trasparenza e l'onestà in una recensione sono essenziali per non perdere la fiducia dei lettori nel tuo blog.

5.Guest post

Un’alternativa ai post sponsorizzati è la possibilità di vendere i cosiddetti guest post, ovvero permettere ad altri blogger autorevoli di scrivere sul tuo blog, ovviamente pagandoti un compenso. Vendere guest post offre davvero molteplici vantaggi per un blog, perché:
  • Otterrà più traffico e visibilità;
  • Incrementerà i backlink;
  • Acquisirà maggiore autorevolezza agli occhi dei motori di ricerca.
Ma, indubbiamente, il vantaggio principale riguarda il rientro economico dal momento che i prezzi per ospitare un guest post possono arrivare anche a decine se non a centinaia di euro. Ovviamente dipenderà molto dall’importanza e dall’autorevolezza del tuo sito e del settore in cui operi.

6.Vendita di infoprodotti

Un blog si può monetizzare non solo vendendo prodotti di altri tramite pubblicità ed affiliazioni, ma anche mettendo in vendita prodotti realizzati da te stesso. Gli info prodotti più comuni da poter monetizzare sono:
  • Video lezioni;
  • Corsi a pagamento;
  • Ebook.
Se si hanno particolari competenze, insegnarle ad altri mediante una guida o un video a pagamento, può essere un buon metodo per ricavare un guadagno dal proprio blog. I vantaggi degli info prodotti sono quelli di essere relativamente low-cost da produrre e di generare introiti anche molto tempo dopo essere stati creati e pubblicati sul sito.

7.Offrire servizi, consulenze o corsi di formazione

I metodi fin qui illustrati sono sostanzialmente metodi di guadagno passivo o diretto. Tuttavia, se hai un talento particolare o se, tramite il tuo blog, sei diventato un apprezzato esperto in un certo settore, per te si potrebbero aprire anche le porte dei guadagni cosiddetti indiretti. Le modalità più comuni sono:
  • Corsi di formazione;
  • Webinar;
  • ·Servizi o consulenze specializzate in un certo settore.
Il segreto sta nel dedicarsi a realizzare un sito di qualità, ma soprattutto a studiare ed aggiornarsi costantemente nel settore  che hai scelto, fino al punto che le persone pagheranno per avere una tua consulenza o per conoscere i “segreti del mestiere”.

Quanto si guadagna con un blog?

Ma, quindi, quanto guadagna un blog? Quanto guadagna un sito con 1.000, o 10.000 visite al giorno? È difficile dare una risposta univoca a queste domande. Ci sono blog che non riescono a generare alcun tipo di guadagno, ed altri che invece incassano decine di migliaia di euro ogni mese. Cosa può fare differenza?
  • Gestire il blog come un business a tempo pieno, e non come un’attività a parte;
  • Capacità di saper monetizzare al meglio i propri contenuti;
  • Una nicchia profittevole.
Quest’ultimo è un aspetto da tenere in particolare considerazione, se si vuole che il proprio blog riscuota il successo desiderato. Se ci si occupa di argomenti eccessivamente popolari, si soffrirà di moltissima competizione. Al contrario, se si sceglie a dedicarsi a temi troppo di nicchia non ci sarà un pubblico sufficiente a dare vita al blog. È necessario, dunque, trovare un punto di equilibrio. Prendiamo ora ad esempio alcuni 3 tra i tipi più comuni di blog, per meglio spiegare questo concetto.

1.Come guadagnare con un blog di viaggi

Senz’altro un blog del genere potrebbe avvalersi di vendite di spazi pubblicitari e di post sponsorizzati per avere un buon guadagno. Molti operatori turistici saranno senz’altro interessati alla pubblicità che può offrire, come ad esempio:
  • Strutture alberghiere;
  • Ristoranti;
  • Tour operator;
  • Enti del turismo;
  • Musei.
Essendo un tipo di blog piuttosto diffuso, probabilmente in questo caso si soffrirà di un’aspra competizione. Un modo per aggirare questo ostacolo potrebbe senz’altro quello di differenziarsi dagli altri blog, magari specializzandosi o settorializzandosi. Per esempio, ci si potrebbe presentare come un blog di viaggi all’avventura oppure in luoghi adatti alla fotografia o alle immersioni, e molto altro ancora. In questo modo sarà possibile attrarre meglio una specifica porzione del pubblico.

2.Come guadagnare con un blog di libri

I libri sono un ottimo esempio di nicchia perfetta a cui dedicare i contenuti di un blog. I libri, infatti, richiamano un pubblico affezionato alla materia e creano un punto di incontro e discussione altrimenti poco comune nella vita di tutti i giorni. Come quelli di viaggi, anche un blog di libri soffre di una discreta competizione. Perciò differenziarsi dagli altri è una strategia fondamentale per risaltare. Come puoi farlo?
  • Concentrandosi su uno specifico genere o sottogenere letterario, come il giallo o il romanzo storico;
  • Focalizzandosi su un autore e scrivere sulle sue opere o progetti futuri;
  • Creando un blog incentrato su opere di una certa nazionalità.
L’ambito letterario non è l’unico da riuscire a monetizzare con il proprio blog. Nel prossimo paragrafo vedremo come puoi riuscire ad ottenere guadagni scrivendo di cucina.

3.Come guadagnare con un blog di cucina

La cucina è un argomento molto popolare ai giorni nostri, e moltissimi blog scelgono di dedicarsi a questo argomento. È una scelta che porta numerosi vantaggi economici, soprattutto perché ad un blog del genere non mancano le opportunità per la promozione pubblicitaria. Si possono pubblicizzare, ad esempio:
  • Brand di alimenti;
  • Attrezzi da cucina;
  • Ricettari.
La competizione sarà tuttavia molto ardua. Se non si riuscirà ad emergere in qualche modo dal gran numero di blog che parlano di cucina, sarà difficile riuscire a creare un pubblico abbastanza numeroso. Un modo in cui si potrebbe aggirare il problema potrebbe essere la produzione di info prodotti, se si è in grado: ci sono moltissime persone desiderose di imparare a cucinare ricette e diverse, magari a stampo etnico o tipiche di particolari località.

Fare soldi con un blog è possibile?

Come abbiamo già detto, guadagnare con un blog è certamente possibile. Le analisi di mercato mostrano che ci sono moltissimi casi di persone che si sono arricchite o che hanno potuto dedicarsi al proprio blog come lavoro a tempo pieno. I blog vengono utilizzati sempre di più al giorno d’oggi e sono una realtà impossibile da ignorare. Sono parte integrante della vita di tutti i giorni, e offrono grandissime opportunità di guadagno a chi li impari ad usare al meglio. L’errore che bisogna stare attenti a non commettere è quello di considerarlo un lavoro facile. Come ogni lavoro, anche questo necessita di:
  1. Serietà ed impegno costante;
  2. Saper gestire il proprio tempo;
  3. L’uso di tutte le tecniche e strategie migliori per avere successo.
Se l’idea di lavorare e guadagnare con un blog ti attira, pianifica bene la tua strategia e provaci. Potrebbe essere la tua opportunità, lì a portata di mano. Intanto iscriviti alla newsletter di EfficaceMente per restare sempre aggiornato sui nostri contenuti, e facci sapere nei commenti se questo articolo ti è stato utile. [post_title] => Come guadagnare con un blog? [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => come-guadagnare-con-un-blog [to_ping] => [pinged] => http://www.efficacemente.com/iscrizione-newsletter [post_modified] => 2021-01-28 12:17:09 [post_modified_gmt] => 2021-01-28 11:17:09 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.efficacemente.com/?p=26503 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 2 [filter] => raw ) [4] => WP_Post Object ( [ID] => 26497 [post_author] => 30 [post_date] => 2020-03-16 12:20:24 [post_date_gmt] => 2020-03-16 11:20:24 [post_content] => È possibile guadagnare con il trading? La risposta è assolutamente sì, si può guadagnare con il trading. Del resto, è proprio il miraggio di un guadagno rapido ad attirare parecchi investitori online. Ma se guadagnare con il trading on line è una possibilità concreta, va detto che raggiungere questo obiettivo non è così semplice quanto si creda. Servono impegno e studio. Perché chi non si impegna e non studia attentamente il settore in cui investire non può certo ottenere risultati duraturi. In questo articolo ti spiegheremo come riuscire a fare soldi con il trading senza lavorare e quali sono le piattaforme da cui cominciare, adatte anche ai trader principianti.

Cos’è il trading e come funziona

Prima di aiutarti a capire se e quanto si può guadagnare con il trading investendo i propri risparmi, iniziamo con il dare una breve definizione di cosa è il trading. Il trading (che letteralmente significa “commercio” in inglese) consiste nelle attività di acquisto e vendita – svolte ormai prevalentemente via internet – di diversi strumenti o asset finanziari come, ad esempio:
  • Azioni;
  • Materie prime (oro, petrolio ecc...);
  • Valute;
  • Opzioni;
  • Criptovalute;
  • Futures;
  • Titoli di stato ecc...
Nei prossimi paragrafi vedremo come guadagnare con il trading e da dove iniziare ad investire partendo da zero.

Come guadagnare con il trading

Fare trading consente davvero di ottenere buoni guadagni, ma non è tutto così facile come si legge sui forum online o negli ebook di alcuni sedicenti guru. I guadagni derivanti dal trading online si ottengono sì principalmente sfruttando, a proprio vantaggio, le oscillazioni ed i movimenti dei vari asset quotati sui mercati finanziari internazionali, ma non basta sapere questo per diventare ricchi. Serve l’atteggiamento mentale giusto, oltre al supporto di un buon broker. Detto in altre parole, se vuoi realmente avere la possibilità di diventare ricco con il trading online sono necessari:
  • Impegno;
  • Convinzione;
  • Ore di studio e prove continue.
Solo impegnandosi a fondo, esercitandosi online a fare trading e, soprattutto, non arrendendosi alle prime difficoltà, potrai davvero ottenere dei risultati vincenti. Detto ciò, esistono, sostanzialmente, due modalità di fare trading online, entrambe profittevoli.
  1. Acquistare un titolo finanziario e generare un profitto nel momento in cui il prezzo sale sul mercato;
  2. Vendere allo scoperto (ovvero senza realmente possedere) titoli finanziari, nel momento in cui il prezzo scende.
Vediamo ora da dove di iniziare per iniziare a guadagnare investendo nel trading online.

Guadagnare con il trading online: da dove iniziare?

Prima di iniziare a buttarti nel mondo del trading online, dobbiamo subito chiarire che non è vero che ci vuole un grande capitale di partenza per poter guadagnare con investimenti online. E, soprattutto, non è vero che solo i trader esperti riescono ad ottenere profitti. Anche se parti da zero puoi ottenere dei risultati straordinari ed in breve tempo. Quello che dovresti fare è:
  • Studiare i mercati con attenzione;
  • Iscriverti ad un servizio affidabile di segnali di trading, per ricevere in tempo reale indicazioni e segnalazioni sulle opportunità profittevoli del mercato;
  • Copiare i migliori trader online;
  • Analizzare il prezzo e la situazione economica fondamentale del titolo finanziario per fare previsioni sull’andamento;
  • Fare pratica ed esercitarsi su un conto demo.
Il conto demo messo a disposizione da diverse piattaforme di trading online, come ad esempio Trade.com, è un conto virtuale gratuito dove puoi operare con denaro virtuale e, quindi, senza rischi. Se sei un principiante, prima di decidere a quale piattaforma di trading affidarti, è sempre opportuno verificare la presenza di una demo gratuita. E veniamo ad una altro punto fondamentale: la scelta del broker online. Il primo passo per iniziare a fare trading, infatti, è scegliere una piattaforma con cui operare. Nessuna piattaforma promette soldi facili, sia chiaro. Ma se vuoi avere la possibilità di guadagnare, la scelta del broker giusto è cruciale.

Qual è la migliore piattaforma per iniziare a fare trading online?

Chi vede il trading online come un modo per fare soldi facili si sbaglia. La possibilità di profitti elevati è concreta, tuttavia ci vuole sempre tempo, studio e molto impegno. Senza dimenticare che è necessario affidarsi ad una piattaforma di trading online qualificata e sicura. Chi vuole iniziare a fare trading da zero non solo deve operare esclusivamente con società di broker autorizzate, ma dovrà optare per piattaforme facili da usare e, soprattutto, convenienti ovvero che non applicano commissioni eccessive che significano rinunciare a parte dei propri profitti. Al giorno d’oggi ce ne sono tante di piattaforme affidabili, sicure e con un buon livello di guadagni. Possiamo citare, ad esempio:
  • eToro;
  • ForexTB;
  • Iq Option.
Iq Option ed eToro sono due opzioni considerate spesso dai principianti che iniziano a fare trading online partendo da zero. La prima, molto semplice ed intuitiva da utilizzare, consente di iniziare ad investire con appena 10 euro di capitale. Al contrario, eToro richiede un capitale iniziale di 200 euro, non ha commissioni e prevede, inoltre, anche la possibilità di fare copy trading. ForexTB è tra i broker più utilizzati ed apprezzati a livello europeo. Completamente gratuito e senza commissioni, al pari delle altre suddette piattaforme è semplice ed intuitivo da usare. Richiede 100 euro di capitale iniziale ed offre, come anche le altre piattaforme, un conto demo, utilissimo per imparare a fare trading online senza rischiare il proprio capitale.

Quanto può guadagnare un trader principiante?

Nel trading online non esistono guadagni certi e quantificabili. Può capitare che tu sia abbastanza bravo e fortunato da ricavare un bel profitto in un certo momento, ma può anche succedere di perdere denaro. È questo il rischio di investire online. Il guadagno di un trader è potenzialmente illimitato, anche partendo da un piccolo capitale iniziale. Tuttavia, il livello che si può raggiungere dipende da svariati fattori come, ad esempio:
  • La preparazione del trader;
  • La determinazione e l’impegno;
  • Il tempo dedicato a fare trading.
Volendo fare una stima generica, uno trader principiante potrebbe ottenere inizialmente un profitto mensile anche di poche centinaia di euro. L’importante comunque non è tanto quanto guadagnare, ma come. Nel senso che, bisogna arrivare a profitti elevati per gradi, iniziando ad investire cifre piccole e aumentando mano a mano si acquisisca più esperienza nel settore. E, per chi parte da zero, l’esperienza si costruisce facendo pratica su piattaforme che abbiano, com’è il caso di Trade.com, una buona demo illimitata e senza vincoli su cui esercitarsi per apprendere le basi del trading. I trader migliori, infatti, non costruiscono il loro capitale in un giorno e con una sola operazione, ma si impegnano costantemente per riuscire a fare più operazioni positive possibile, accumulando così i profitti e reinvestendo una parte in operazioni successive.

Quanto si guadagna con il copy trading

Il termine inglese “Copy” sta per “copiare”. Dunque, il copy trading altro non è che copiare il trading di qualche trader più esperto. Quando si è poco esperti, infatti, la cosa più semplice da fare è copiare chi investe già da anni e con ottimi risultati. Il funzionamento del copy trading è molto facile: molte piattaforme hanno la funzionalità “copy” che ti consentirà di copiare automaticamente le operazioni e le mosse di un altro trader o broker, scelto da te. Tutto quello che quel trader farà, ovvero acquisti, vendite ed altro, lo farai anche tu. La scelta del trader migliore da emulare può dipendere da vari elementi come i feedback ricevuti da altri utenti, i guadagni ottenuti, il numero dei followers, ma anche i mercati in cui operano e l’investimento medio che fanno. Ma quanto si può guadagnare con questa forma di investimento? Come per il trading tradizionale, non vi è assoluta certezza nei guadagni. Il successo o l’insuccesso del tuo investimento possono dipendere da moltissimi fattori, come:
  • L’esperienza che hai maturato;
  • Il capitale iniziale investito;
  • La bravura del trader che hai scelto di copiare.
Tuttavia, anche se scegli il trader più esperto da copiare, può sempre accadere che sbagli operazione. Il rischio e l’imprevedibilità sono insiti in questa forma di investimento. Le oscillazioni del mercato e gli eventi improvvisi non si possono prevedere. Ma questo non vuol dire che non è possibile ottenere dei risultati apprezzabili.

Chi è diventato ricco con il trading: la testimonianza di Warren Buffet

Diventare ricchi con il trading è un po’ il sogno proibito ed non confessato di chiunque si avvicini a questo mondo. La possibilità c’è ma è davvero difficile. Non basta l’impegno, non basta essere il miglior broker sulla piazza ed essere preparato. A volte si tratta di una combinazione tra preparazione, esperienza e fortuna a decidere le sorti del proprio portafoglio. Eppure, di persone diventate ricche con il trading online ne abbiamo di testimonianze. La più esemplare è quella del trader Warren Buffet, uno tra gli uomini più ricchi del mondo con un patrimonio netto superiore agli 80 miliardi di dollari. Ci crederesti che Buffet è partito praticamente da pochissimi centesimi? Come ha fatto allora? Investendo ed investendo ancora, seguendo regole ben precise come:
  • Stabilire una strategia di investimento e non farsi influenzare da paura, avidità e forze esterne;
  • Investire soltanto in azioni di aziende che si conoscono e in settori che si comprendono;
  • Scegliere aziende di qualità;
  • Optare per titoli di aziende in grado di generare profitti sia in periodi positivi che in periodi negativi;
  • Reinvestire parte dei profitti nell’azienda stessa.

Vivere di trading online: è possibile?

È davvero possibile guadagnare con il trading online e vivere soltanto di questo? In linea teorica sì, ma è molto difficile. Vivere esclusivamente di trading significa essere stati in grado di accumulare un patrimonio superiore ai 4 milioni di euro. E sono pochi i trader che riescono a raggiungere o addirittura a superare questo obiettivo. Puoi riuscirci, sia chiaro, perché nulla è impossibile. Ma devi essere consapevole che per farlo devi:
  • Studiare e migliorarsi costantemente;
  • Scegliere un broker sicuro e affidabile per evitare truffe.
L’aspirazione a guadagnare e diventare ricchi, non deve mai far perdere di vista il fatto che fare soldi non è mai facile. E chi promette il contrario, probabilmente nasconde il rischio di truffe.

Guadagnare con il trading online: 5 consigli utili

Per concludere, non è vero che con il trading non si guadagna. Se fatto bene è una opportunità concreta di crearsi una rendita consistente. L’importante, come abbiamo già detto, è quello di affidarsi a piattaforme di broker affidabili e seguire una strategia che punti a generare profitti e minimizzare le perdite. In che modo è possibile tutto ciò?
  1. Operando un'analisi tecnica e fondamentale approfondita sul titolo che si vuole acquistare;
  2. Scegliendo settori che si conoscono bene;
  3. Non investendo mai seguendo i consigli di qualche “guru del trading” improvvisato;
  4. Diversificando il proprio portafoglio e non investendo mai tutto il capitale a disposizione;
  5. Vendendo al momento giusto ed opportuno.
Leggendo questa guida hai sicuramente le idee più chiare su come guadagnare investendo nel trading. Per rimanere aggiornato su altre opportunità di guadagno, iscriviti alla newsletter di EfficaceMente. Se hai dubbi o domande, invece, scrivici nei commenti. [post_title] => Guadagnare con il Trading [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => guadagnare-con-il-trading [to_ping] => [pinged] => http://www.efficacemente.com/iscrizione-newsletter [post_modified] => 2021-01-28 12:20:42 [post_modified_gmt] => 2021-01-28 11:20:42 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.efficacemente.com/?p=26497 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) ) [post_count] => 5 [current_post] => -1 [in_the_loop] => [post] => WP_Post Object ( [ID] => 26472 [post_author] => 30 [post_date] => 2020-08-10 12:12:25 [post_date_gmt] => 2020-08-10 10:12:25 [post_content] => Come fare trading online? È una domanda questa che si pongono moltissimi investitori esperti e non del settore finanziario. Il trading è una modalità di investimento che può portare rendimenti molto elevati e redditizi, soltanto a patto di saperlo fare correttamente per evitare i rischi naturali connessi a queste operazioni. In questo articolo ti spiegheremo in cosa consiste e come funziona esattamente il trading, ma soprattutto come puoi rendere i tuoi investimenti online profittevoli scegliendo i migliori broker in circolazione ed adottando alcune strategie vincenti.

Trading online: cos’è e come funziona

L’attività di trading consiste in un insieme di operazioni di compravendita di asset mediante diversi strumenti finanziari, come azioni, ETF, materie prime (oro e petrolio ad esempio), opzioni ecc... La compravendita avviene tramite piattaforme digitali che fanno capo alle banche stesse o a società di investimento dette broker, che mediano tra il mercato finanziario e l’investitore. Lo scopo finale di tutto questo è ovviamente quello di generare un profitto, con il minimo rischio e nel tempo più breve possibile. Ma come fare trading on line da casa?
  1. L’investitore si registra su una delle tante piattaforme di trading online;
  2. Si procede ad aprire un conto trading su cui depositare il denaro da investire;
  3. Si acquistato azioni, titoli o altri strumenti finanziari disponibili;
  4. Si aspetta che il valore acquistato aumenti;
  5. Viene ritirata la posizione e si realizza, a seconda se è al rialzo o al ribasso, una plusvalenza o una minusvalenza.
In questo modo, dunque, si guadagna solamente nel caso in cui il prezzo dell’azione o del titolo acquistato sale. Facciamo un esempio: se decidi di acquistare 5 azioni della Apple a 200$ ciascuna, il tuo investimento iniziale ammonterà a 1.000$. Nel caso in cui il prezzo delle azioni salga, arrivando fino a 220 $, l’investitore può rivenderle sul mercato guadagnando circa il 10%, ovvero 100$. Questa tipologia di trading (azione) è remunerativa soltanto nel caso di un investimento a lungo termine. Tuttavia, esiste una seconda tipologia di trading (derivato) ideale per operare sul breve periodo. Il derivato è sostanzialmente uno strumento finanziario il cui valore dipende da un altro strumento finanziario sottostante. Il derivato, a differenza delle azioni, non distribuisce dividendi ma consentono di guadagnare sia in caso di rialzo che di ribasso di un titolo.

Iniziare a fare trading da zero: cosa c’è da sapere?

Prima di capire come fare trading online, devi innanzitutto sapere che l’idea di fondo di questa forma di investimento è la possibilità di guadagnare attraverso la variazione delle quotazioni degli asset che si scelgono. I mercati finanziari su cui è possibile operare sono:
  • Forex;
  • Bitcoin;
  • Borsa;
  • Materie prime;
  • Obbligazioni;
  • Titoli di stato;
  • Indici.
Fare trading online vuol dire avere a disposizione molteplici opportunità di investimento del proprio denaro. Tuttavia, è sempre meglio cominciare in maniera non troppo avventata avendo consapevolezza che i valori delle quotazioni cambiano velocemente e, non sempre, possono risultare remunerativi.

Come si impara a fare trading online

Molte persone che vogliono investire i propri risparmi, si affidano al meccanismo del trading online. Ma come imparare a fare trading? Il trading è sicuramente un’attività di investimento molto remunerativa a cui tutti possono dedicarsi. Ma, allo stesso tempo, è un’attività che richiede tempo, impegno e soprattutto studio. Chi non è determinato e chi non dedica un po’ del suo tempo a sperimentare ed esercitarsi, difficilmente riuscirà a guadagnare. Dunque, il miglior modo per imparare a fare trading ed evitare di incorrere in errori grossolani o, peggio ancora, in truffatori senza scrupoli è:
  1. Imparare le regole della borsa;
  2. Seguire un corso di trading;
  3. Esercitarsi a fare trading in demo;
  4. Scegliere un broker online affidabile e certificato;
  5. Investire in ciò che si conosce.
Quando si vuole fare trading online spesso non si sa come iniziare. Il primo passo può essere quello di iscriversi ad un buon corso di trading che abbini alla parte teorica anche la pratica, necessaria per imparare a muoversi con più disinvoltura in un settore non esente da rischi. Anche imparare mediante una demo del trading può essere un buon punto di partenza, soprattutto perché è possibile mettere in pratica i concetti teorici appresi e imparare tecniche e strategie di trading, senza rischiare di perdere i propri capitali.

Come fare trading online in modo sicuro

Una domanda che spesso si pongono le persone che iniziano ad approcciarsi al mondo del trading, è come poter fare investimenti online in modo sicuro. I consigli che possiamo darti noi è quello di:
  • Diversificare sempre i propri investimenti, operando su più strumenti finanziari;
  • Iniziare ad investire gradualmente, partendo sempre dai mercati più redditizi;
  • Affidarsi a società di brokeraggio online regolamentante.
Queste società, definite broker, operano sul mercato finanziario come intermediario, acquistando e vendendo azioni e titoli per conto del cliente che non può operare direttamente. I broker finanziari possono essere banche o aziende private di investimento. Entrambe mettono a disposizione dei clienti una piattaforma online sulla quale vengono mostrati i cosiddetti “bid price” ed “ask price”, ovvero i prezzi di acquisto e vendita. Tramite la piattaforma, ogni utente può inviare al proprio broker ordini di acquisto o di vendita degli strumenti finanziari su cui intende operare. Alcune piattaforme di broker, come eToro, offrono anche la funzionalità di copytrading per "copiare" con un click tutte le operazioni finanziarie fatte da trader esperti e di successo, e essere sicuri di guadagnare. Online è possibile investire sia a favore che contro determinati asset, così da poter guadagnare sia nei momenti di rialzo del mercato, sia in quelli di ribasso.

Come iniziare a fare trading e scegliere le piattaforme dove investire

Il miglior modo per cominciare a fare trading e ad investire in maniera sicura, dunque, è scegliere una piattaforma online come Forex TB o eToro, giusto per citarne un paio. Nel mercato italiano operano decine di società di broker, ma la scelta della piattaforma con cui operare sui mercati finanziari è tanto complicata quanto importante. Tra i criteri che dovrebbero guidarti nella decisione a quale broker affidarti ci sono sicuramente:
  • Affidabilità;
  • Sicurezza;
  • Semplicità di uso della piattaforma;
  • Qualità e numero degli strumenti finanziari offerti;
  • Presenza di un account demo gratuito.
Inoltre, al di là delle funzionalità e delle condizioni più o meno vantaggiose che ogni società offre, è fondamentale che il broker con cui vuoi cominciare a fare trading online sia ufficialmente regolamentato. La regolamentazione consiste in una autorizzazione che le autorità dei mercati finanziari – nel caso dell’Italia la CONSOB – concedono alle piattaforme di broker online che operano con i soldi dei risparmiatori. Per il mercato italiano, ad esempio, le società di investimento che fanno trading devono essere obbligatoriamente iscritte al registro delle imprese finanziarie della Consob. Ma quanti soldi servono per iniziare a fare trading? La quantità di denaro è abbastanza relativa, anche 10 euro possono bastare per cominciare a sperimentare il trading online. Solitamente, le piattaforme più affidabili consentono di iniziare con un primo investimento che varia dai 100 ai 250 euro (ad esempio, Forex TB). Questa cifra rappresenta un buon compromesso, perché consente ai trader principianti di poter iniziare a guadagnare i primi soldi extra senza rischiare investendo troppo capitale.

Migliori broker per trading online

Come abbiamo già detto, sono molte le piattaforme di broker per fare trading online che operano sul mercato italiano. Si tratta di broker molto affidabili e semplici da utilizzare, anche da chi parte completamente da zero a fare trading. Il deposito minimo varia dai 100 ai 200-250 euro e in alcuni casi non sono previste commissioni. Qui nella tabella in basso, un riepilogo completo dei migliori broker con cui puoi fare trading in sicurezza:

Trading online: dove investire?

Come abbiamo già detto in precedenza, l’attività di trading online si può svolgere su diversi asset finanziari. Quelli principali, su cui si concentrano maggiormente le richieste degli investitori, sono tre:
  1. Azioni;
  2. Criptovalute o bitcoin;
  3. Forex.
Per capire come fare trading con i bitcoin o come fare trading con azioni e forex, devi innanzitutto conoscere di cosa si tratta. Le azioni rappresentano la tipologia di investimento per eccellenza. Il Forex (Foreign Exchange Market) è invece un mercato virtuale in cui vengono negoziate le valute, movimentando ogni giorno miliardi di dollari al ribasso o al rialzo e influenzando l’andamento di tutte le altre valute mondiali. Le criptovalute sono un tipo di asset in grandissima crescita negli ultimi tempi, grazie soprattutto al boom che ha avuto il bitcoin, le cripto più popolari in assoluto il cui valore per ogni singolo BTC è arrivato a sfiorare addirittura $20.000 nel 2017.

Pro e contro del trading online

Come ogni forma di investimento di natura finanziaria, anche il trading online presenta vantaggi e svantaggi, se non addirittura dei rischi che vanno sempre presi i considerazione da un aspirante trader. Tra i vantaggi di questa strategia di investimento ci sono sicuramente:
  • Costi di intermediazioni e commissioni più basse rispetto agli investimenti tradizionali;
  • Ampia gamma di prodotti finanziari tra cui investire;
  • Maggiore flessibilità degli investimenti online;
  • Monitoraggio in tempo reale del proprio portafoglio di investimenti;
  • Semplicità di esecuzione mediante qualsiasi dispositivo connesso a internet.
Se il trading online ha rivoluzionato il modo di fare investimenti, tuttavia non mancano dei rischi. Il principale è la leva finanziaria. Si tratta di uno strumento di investimento che consente di incrementare notevolmente i guadagni, investendo capitali maggiori di quelli disponibili sul conto di trading, ma anche di andare incontro ad ingenti perdite. Per evitarlo, non solo è fondamentale riuscire a prevedere l’andamento dell’asset scelto, ma anche utilizzare una leva non eccessivamente superiore rispetto a quanto ci si può permettere.

Trading online: truffa o reale opportunità?

Operare nel trading online è sicuramente una opportunità di guadagno. Ma, spesso ci si chiede se sia un'opportunità reale e concreta dal punto di vista economico o se, invece, si tratta più semplicemente di una truffa. Chiariamo subito che il trading online non è affatto una truffa. C’è, esiste, e rappresenta realmente una possibilità di incrementare i propri guadagni, purché:
  • Venga fatto nel modo corretto;
  • Si abbia consapevolezza tanto dei profitti quanto dei rischi;
  • Ci si affidi a broker regolamentati, affidabili ed in possesso delle necessarie certificazioni.
L’attenzione comunque va mantenuta sempre alta, perché il trading online è sì una realta solida ed affidabile, ma non è difficile incappare in investimenti truffaldini affidandosi alle persone sbagliate. Per questo, la scelta di un broker affidabile è una decisione così essenziale per la buona riuscita del proprio investimento. In questa guida ti abbiamo spiegato come fare trading partendo da zero. Nei prossimi articoli sicuramente ti parleremo anche delle opportunità di guadagno che ci sono in questo settore e su quali piattaforme conviene investire. Se vuoi restare aggiornato, iscriviti alla newsletter di EfficaceMente e scrivici nei commenti se e quanto ti è stato utile questo nostro contributo. [post_title] => Come fare trading [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => open [post_password] => [post_name] => come-fare-trading [to_ping] => [pinged] => http://www.efficacemente.com/iscrizione-newsletter [post_modified] => 2021-01-28 12:13:46 [post_modified_gmt] => 2021-01-28 11:13:46 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => https://www.efficacemente.com/?p=26472 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw ) [comment_count] => 0 [current_comment] => -1 [found_posts] => 35 [max_num_pages] => 7 [max_num_comment_pages] => 0 [is_single] => [is_preview] => [is_page] => [is_archive] => 1 [is_date] => [is_year] => [is_month] => [is_day] => [is_time] => [is_author] => [is_category] => 1 [is_tag] => [is_tax] => [is_search] => [is_feed] => [is_comment_feed] => [is_trackback] => [is_home] => [is_privacy_policy] => [is_404] => [is_embed] => [is_paged] => [is_admin] => [is_attachment] => [is_singular] => [is_robots] => [is_favicon] => [is_posts_page] => [is_post_type_archive] => [query_vars_hash:WP_Query:private] => bf8d08f19b901fcce2137eae1c4ccc46 [query_vars_changed:WP_Query:private] => [thumbnails_cached] => [stopwords:WP_Query:private] => [compat_fields:WP_Query:private] => Array ( [0] => query_vars_hash [1] => query_vars_changed ) [compat_methods:WP_Query:private] => Array ( [0] => init_query_flags [1] => parse_tax_query ) )

Come fare trading

Come fare trading online? È una domanda questa che si pongono moltissimi investitori esperti e non del settore finanziario. Il trading è una modalità di investimento che può portare rendimenti molto elevati e redditizi, soltanto a patto di saperlo fare correttamente per evitare i rischi naturali connessi a queste operazioni. In questo articolo ti spiegheremo […]

Come investire in azioni

Ti sei mai chiesto come fare per investire in azioni? Probabilmente, sei arrivato fin qui, la risposta è sì. Investire in azioni nel 2020 è tra le soluzioni finanziarie più redditizie, non esente purtroppo da rischi. Per chi è alle prime armi, muoversi nel mondo del mercato azionario può essere difficile. In questa guida pratica […]

Come investire in borsa

Come investire in borsa e guadagnare? Se ti sei posto questa domanda, allora sei arrivato nel posto giusto. In questo articolo, infatti, ti spiegheremo come puoi iniziare a fare investimenti in Borsa online, anche partendo da zero. Investire in Borsa può dare molte soddisfazioni è vero, ma contempla anche qualche rischio. Il sogno di guadagnare […]

Come guadagnare con un blog?

Come è possibile guadagnare con un blog? La domanda viene spontanea, perché a prima vista quello del blogger pare il lavoro ideale. Non ci sono cartellini da timbrare, non si hanno orari fissi, e si guadagna scrivendo delle proprie passioni. Non sembra male. Tuttavia, aprire un blog di successo e guadagnare online non è così […]

Guadagnare con il Trading

È possibile guadagnare con il trading? La risposta è assolutamente sì, si può guadagnare con il trading. Del resto, è proprio il miraggio di un guadagno rapido ad attirare parecchi investitori online. Ma se guadagnare con il trading on line è una possibilità concreta, va detto che raggiungere questo obiettivo non è così semplice quanto […]

Loading...
Loading...
Loading...
Loading...